FANDOM


Ulisse Carlo Bascherini (Corvaia, 2 aprile 1844 – Seravezza, 16 maggio 1933) è stato vescovo di Grosseto dal 1907 al 1920.

BiografiaModifica

Nato a Corvaia, frazione di Seravezza, il 2 aprile 1844, viene ordinato sacerdote nella diocesi di Lucca. Dopo aver studiato a Pisa e a Roma, ed essere stato cappellano ed economo spirituale a Barga, venne nominato canonico della Cattedrale di Pisa, e successivamente arciprete e vicario generale dell'arcidiocesi pisana. L'8 luglio 1907 viene consacrato vescovo di Grosseto da papa Pio X nel Duomo di Pisa.

Nel 1910 fece iniziare i lavori di costruzione della sede estiva del seminario vescovile nei pressi di Roccatederighi, lavori che si conclusero nell'anno 1912. Durante il conflitto mondiale divenne amministratore apostolico delle parrocchie di Toscana dell'Abbazia delle Tre Fontane. Tentò invano di impedire la requisizione del seminario vescovile di via Mazzini, fatto costruire dal precedente vescovo monsignor Bernardino Caldajoli, da parte dello Stato Italiano, che lo trasformò in un liceo-ginnasio e dal 1916 ospedale militare per prigionieri di guerra[1]. L'8 marzo 1920, raggiunti i 75 anni di età, si dimette dalla carica vescovile, lasciando l'incarico a monsignor Gustavo Matteoni, ma riceve il titolo di vescovo titolare di Amato in Cipro.

Muore il 16 maggio 1933 nella natia Seravezza. Venne sepolto nella cappella del cimitero di Vallecchia, frazione di Pietrasanta.

NoteModifica

  1. Innocenti Mario, Innocenti Elena, Grosseto: briciole di storia. Cartoline e documenti d'epoca 1899-1944, edizione riveduta e corretta, Grosseto, Editrice Innocenti, 2005, p. 42.

Voci correlateModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale